Omaggio ispanico: duo, voce e chitarra

Un itinerario nel tempo e nei luoghi della cultura ispanica, dalla terra madre al Sud America.

Musiche di: Alfonso il Sabio X, Mudarra, Sor, Lorca, Albeniz

Il concerto è gratuito ma a numero chiuso. Per partecipare è necessario accreditarsi.

 

Durante il concerto all'interno del cortile, l'esposizione delle opere in cartapesta di Esther Martel e dei disegni a Bic nera di Leila.

Domenica 19 giugno - ore 11.30

Via Conte Rosso - Milano

 

Amor LILIA PEREZ - contralto

Claudio BALLABIO - chitarra

 

 

 



Programma

Alfonso il Sabio X

- Cantiga a Sancta Maria

 

Alonso Mudarra

- Claros y frescos rios

- Isabel perdiste la tua faxa

 

Fernando Sor

- Due studi

 

Garcia Lorca

- Anda Jaleo

- Los cuatro muleros

- Zorongo

- Las Tres Hojas

 

Isaac Albeniz

- Asturias

  


Amor LILIA PEREZ

Nata a L’Avana (Cuba),dove si è diploma in canto lirico presso l’Istituto superiore d’Arte, è stata solista dell’organico nazionale dei concerti di Cuba e del Teatro Nazionale dell’Opera. Vincitrice in Italia di concorsi lirici e di musica da camera, ha seguito i corsi di perfezionamento dell’Accademia Chigiana, quelli dell’Arte Lirica di Osimo e della Scuola di Musica di Fiesole con A. Krauss, C. Bergonzi, C. Desideri ed altri.

Ha partecipato all’inaugurazione del Festival Scarlatti nel ruolo di Venere ne “Il Giardino d’Amore” sotto la direzione di E. Velardi.

Ha cantato al Festival Opera Barga, Al teatro “La Pergola di Firenze, a Palazzo Pitti, al Festival Musica Sacra di Maastricht (sotto la direzione di R. Gini). Ha cantato, inoltre, con l’Orchestra Sinfonica Marchigiana, Pro Arte Marche, Regionale Toscana ed altre.

Per la Bongiovanni ha registrato l’Oratorio “Selecta, Re di Gerusalemme” e “Il Giardino d’Amore” di A. Scarlatti.

Lavora stabilmente, come artista del coro, presso il Teatro alla Scala di Milano.

 

 

Claudio BALLABIO

Nato a Seveso, ha studiato con il M° A. Barbieri ed ha conseguito il diploma accademico di secondo livello in chitarra sotto la guida del M° P. Chierici presso il Conservatorio di Milano, , con il massimo dei voti. Ha svolto attività concertistica in Italia e in tournées in Libano, Germania, Austria, Inghilterra ed Olanda. Con il duo Les Divertissments, costituito nel 1985 assieme a Maria Vittoria Jedlowski, è stato interprete di concerti per due chitarre ed orchestra in prima esecuzione ed ha presentato in diverse occasioni lavori monotematici collaborando con importanti enti quali l’Istituto Culturale Brasiliano, l’Accademia Musicale di Firenze, l’Istituto Italiano di Cultura di Beirut, il Piccolo Teatro di Milano ed altri. Con diverse formazioni ha inciso i CD “Si l’on revait…”  (1992), "Naildance Guitar Quartet" (2002), “Dialogo” (2003) e “Duende” (2006). Come solista ha inciso il cd “Canto di Primavera” (2007). Negli ultimi anni ha collaborato con il chitarrista jazz F.Cerri.

 


Esther Martel

scultura cartapesta Esther Martel

Durante il concerto all'interno del cortile,

esposizione di opere in cartapesta

 

Esther Martel, originaria del Québec (Canada), vive da diversi anni a Milano, nel distretto degli artisti di Ventura Lambrate. 

 

Il suo progetto creativo prende forma dopo studi di grafica e esperienze professionali nella Haute-couture, quando scopre la propria vocazione artistica e sceglie la cartapesta per esprimerla. 

L’idea è quella di dare nuova vita a un pezzo di carta buttato, recuperarlo per trasformarlo in un oggetto, un complemento d’arredo, un monile, una scultura. Forgiare con le proprie mani un qualcosa che sappia donare felicità agli occhi e al cuore di chi lo osserva. 

 

Una sua collezione è stata comprata da Barney’s New York e Tokyo. 

 

Oggi come agli esordi, Esther ama giocare con i pigmenti, con diversi tipi di carta e con il pyrografo, che usa sulla carta per creare effetti e texture, seguendo il proprio impulso artistico. 

 

Negli anni partecipato a diverse mostre collettive a Milano, dove il suo progetto creativo prosegue con successo e apprezzamento.


Leila

disegno a Bic nera di Leila

Durante il concerto all'interno del cortile,

esposizione dei disegni a Bic nera della serie "BIC to the 60's"

 

Appassionata di fumetto e illustrazione, Leila vive e lavora a Milano. Diplomata alla Scuola del Fumetto di Milano, lavora nel campo dell’editoria professionale. Scrive e disegna storie a fumetti e storyboard per cinema e TV. 

 

La passione per il cinema l’ha spinta a realizzare il progetto “Bic to the 60’s”, che unisce la grafica fumettistica a una riflessione nostalgica sulle indimenticate icone del cinema italiano.

 

“Gli anni ‘60 sono stati un periodo in cui in Italia venivano prodotte principalmente commedie brillanti, ma con dei contenuti comuni come la satira di costume e l’ambientazione di preferenza borghese, spesso caratterizzate da una sostanziale amarezza di fondo che stempera i contenuti comic”.

 

Questo periodo è rappresentato da Leila attraverso disegni unici e originali in formato 13x18 realizzati con la Bic nera, strumento semplice e universale, che riporta a ricordi di un’epoca non troppo lontana, per ritrovarci “come eravamo”.


Foto di Roberto Priolo.

Guarda la gallery completa delle foto sulla nostra pagina Facebook


Via Conte Rosso - Milano

L'indirizzo esatto sarà inviato via eMail insieme al biglietto

a conclusione della iscrizione